Scienziati per hobby

I siti web che vi permettono di essere scienziati

 
 

C'è un termine per l'utilizzo del pubblico di internet nello sviluppo di nuove tecnologie, o per condurre una ricerca analizzando grandi quantità di dati grezzi: questo termine è crowd sourcing,  che in altre parole significa esternare parte delle proprie attività, facendole eseguire alla gente.

Il termine è stato coniato nel 2006 e in soli 6 anni si è trasformato nell'approccio vincente per condurre una ricerca scientifica con grandi mezzi e costi, relativamente, limitati. L'uso del crowd sourcing ha preso piede grazie anche a numerosi portali che offrono opportunità al pubblico di fare ricerca in quasi tutti i campi scientifici.

Un'esempio piuttosto famoso è Galaxy Zoo che offre la possibilità, a chiunque sia interessato, di classificare immagini provenienti dallo spazio profondo, "alleggerendo" così il carico di lavoro degli scienziati. Tramite un software disegnato espressamente per il progetto, errori e indicazioni sbagliate vengono minimizzate offrendo agli astronomi una prima scrematura delle immagini statisticamente meno interessanti.

Come funziona: il ricercatori sviluppano un software, un sistema di riconoscimento visivo facilmente comprensibile e utilizzabile da tutti. Il software rappresenta un percorso a scelte multiple che conducono, attraverso un numero variabile di passi, all'identificazione dell'immagine come rilevante o non rilevante per il ricercatore (l'immagine qui sotto ne è un esempio).

 

Schermata 03-2456359 Alle 23.01.20

 

Scienza per tutti i gusti

Le opportunità per aiutare la ricerca sono numerosissime e spesso impensate. Potete aiutare a esplorare i fondali oceanici (seafloorexplorer), interpretare i suoni emessi dalle balene (whalefm), trascrivere frammenti di testo in greco antico (ancientlives) e molto ancora senza sapere nulla di astronomia, biologia marina, zoologia o linguistica. Basterà infatti aver seguito un breve tutorial online su come utilizzare il modello di riconoscimento sviluppato dai ricercatori.

A dire il vero è indispensabile una conoscenza di base: la conoscenza dell'inglese, visto che la scienza ormai, comunica quasi esclusivamente in inglese.

 

Schermata 03-2456359 Alle 23.04.15

 

                            Non importa sapere, è sufficiente saper riconoscere!

   

La ricerca medica come hobby

Se è la medicina ad avervi sempre appassionato, avrete l'occasione di testare la vostra passione analizzando i dati di cellslider un portale che vi permetterà di analizzare e catalogare dati reali sul cancro raccolti, negli ultimi decenni, dai più importanti istituti di ricerca internazionali.

Ma le passioni possono, qualche volta, diventare una fonte di guadagno, specialmente se avete l'animo dell'inventore. Se vi riconoscete in questa descrizione InnoCentive fa per voi. InnoCentive è un portale che fa incontrare problemi e soluzioni, premiando l'idea migliore.

Perché commissionare un progetto a qualche ditta se si può ricevere idee nuove da tutto il mondo? InnoCentive offre uno spazio per bandire concorsi per nuove idee e nuove soluzioni in cambio di premi in denaro.

Sul suo sito troverete richieste per nuovi procedimenti, nuovi sistemi di comunicazione, nuove molecole, nuovi tipi di analisi, nuove medicine, come l'offerta riportata qui in basso e riguardante  i farmaci orfani, farmaci sviluppati per curare malattie talmente rare da non essere economicamente interessanti per le industrie farmaceutiche.

Potrebbe essere questa una soluzione alla mancanza di ricerca scientifica in campi o applicazioni della medicina meno interessanti da un punto di vista economico? La risposta sembra essere positiva. E dove non arriva la regola della domanda e dell'offerta arrivano altri generi di approcci per dare idee e speranza, coinvolgendo tutti.

 

Schermata 03-2456359 Alle 22.50.21

 

 

 
 
 

 
UN PROGETTO DI:
sissa
ricerca&medicina è un'iniziativa del progetto commHERE finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del Settimo Programma Quadro (FP7).
commHerehorizonHealth